La privacy ai tempi del web!

A nulla è valsa la censura di google, il motore di ricerca più famoso al mondo, tramite un semplice escamotage le foto della star Jennifer Lawrence senza nuda sono tornate alla ribalta, è bastato infatti un cambio del nome del sito.

Per chi ancora non lo sapesse la star è rimasta vittima nelle settimane scorse di un hackeraggio fotografico, in seguito al quale ha chiesto ai motori di ricerca di oscurare i link che rimandavano a tali immagini, avvalendosi della legge statunitense.

Gli avvocati della Lawrence accusano ora Google di non essersi impegnati abbastanza per ostacolare la diffusione delle immagini.
Google risponde che sono stati eliminati diversi link dal motore di ricerca che rimandano al caso in questione. Ma le vie del web sono infinite e nonostante i tentativi di google si sono vanificati quando poche ore dopo la chiusura di centinaia d’account le immagini sono riapparse.
Ma questi dati attestano un problema alla base: internet è un mezzo difficile da controllare, soprattutto rispetto ai suoi contenuti. Resta di fatto che a farne le spese è google che è costantemente sotto denuncia dallo studio di avvocati Singer, che da sempre assistono le star